LA SCUOLA DELL’INFANZIA IMMACOLATA IN ATTIVITA’ ESTIVA

Immagine

Share via email
Share on MyspaceShare on Tumblr

GREST ASILO IMMACOLATA 2015

I protagonisti dell’Attività Estiva “Grest” 2015 della Scuola dell’Infanzia Maria Immacolata della Cattedrale di Adria sono stati circa una quarantina di bambini tra i 3 e 6 anni, sia della nostra Scuola d’Infanzia sia provenienti da altre scuole della Città, accolti nel grande parco dell’istituto di via Turati dalle preparatissime docenti e dall’ottimo personale.

IMG-20150727-WA0000

Per 4 settimane hanno potuto giocare e divertirsi, sempre guidati dalle educatrici, sul tema che ha animato le loro giornate pro­posto i magnifici 4: acqua, terra, aria e fuoco, tema che punta ad educare alla sobrie­tà, ad essere fedeli, insegna il valore dell’amicizia, aiuta a comprendere la grandezza e il valore della famiglia e della libertà.

IMG-20150727-WA0001

Le attività estive sono iniziate subito a fine giugno, con la chiusura dell’attività didattica della scuola e si sono concluse al 24 luglio. Il Grest si è svolto negli spazi della scuola Materna Maria Immacolata, sia esterni che interni, qui si inizia al mattino pre­sto, spiegano le educatrici, si parte alle 7,30 con l’accoglienza come a casa, e i bam­bini sono sempre puntuali, si svegliano presto per non mancare all’appuntamento, per essere tutti presenti, perché la giornata è più dolce al Grest. Dopo questo momento ecco la preghiera, la riflessione, si entra cosi nel pieno delle attività, la presen­tazione del tema della gior­nata sul quale lavorare, tratto dalla storia, ed ecco le danze, i balli, la musica.

IMG-20150727-WA0002

Arriva il momento del pranzo e pochi vanno a casa, si pranza insieme nella sala del­la Scuola Materna, e che gioia mangiare in compagnia.

Un riposino e via di nuo­vo a dar vita alle attività, mo­menti di sport, gioco, divertimento ecc …

Insomma i pomeriggi sono densi di attività per­ché oltre al divertimento ci sono i laboratori con la pittura, la manualità e altre belle espe­rienze.

IMG-20150727-WA0003

Una sottolinea­tura meritano il grup­po degli educatori, altamente qualificati e esperti, tra di loro docenti con ampia espe­rienza di vita scolastica e và ricordata la concre­ta collaborazione di tutti coloro che aiutano affinché l’esperienza delle settimane estive possano riuscire bene. I bambini protagonisti del Grest dell’Asilo Immacolata hanno partecipato con i loro momenti di festa e gioia, alla serenità offerta alle famiglie dalla parrocchia della Cattedrale per il tempo trascorso in un luogo protetto, sicuro e tranquillo dei loro bambini, durante il periodo estivo. Da ultimo si ricorda che la Scuola d’Infanzia Maria Immacolata riaprirà i battenti già dai primi di settembre 2015, con il nuovo anno scolastico 2015/16, accogliente e preparata come sempre per il suo 65° anno di attività didattica, a servizio delle famiglie della comunità adriese. 

IMG-20150727-WA0005

A Lourdes troviamo la gioia per vivere sereni

Immagine

Share via email
Share on MyspaceShare on Tumblr

messa internazionale

UNITALSI – SOTTOSEZIONE DI ADRIA

A Lourdes troviamo la gioia per vivere sereni

Per alcuni è «un cammino di fede», per altri «un’esperienza che restituisce energia per tutto l’anno», per gli ammalati «un momento di sollievo dalla sofferenza quotidiana». Sono tante e differenti le motivazioni che spingono verso la Grotta di Lourdes. «Luogo ideale dove vivere l’esperienza della chiesa universale» e soprattutto «dove più spesso dei miracoli, avvengono le conversioni del cuore», come ci hanno ricordato nel corso della Messa di accoglienza e apertura del recente pellegrinaggio Triveneto effettuato dal 27 giugno al 3 luglio scorsi. È il quarto per me e mia moglie Edda, quello di appena concluso, organizzato dall’ UNITALSI Sottosezione di Adria che, in quest’occasione, è riuscita a portare al santuario transalpino oltre una trentina di persone del nostro territorio polesano assieme ad un migliaio di pellegrini provenienti da tutto il Triveneto.

Dalla nostra Grotta Santuario di Adria, della quale ricorrono quest’anno i 90 anni dalla sua inaugurazione, a ‘Nostra Signora di Lourdes’, apparsa nella Grotta della cittadina francese, per la prima volta nel 1858 alla pastorella Bernadette: un viaggio, dunque, che è anche simbolico per i devoti alla Madonna. È il caso di Massimo che racconta di essere stato a Lourdes quando ancora aveva ‘le braghette corte’ – come scout le porta ancora – per poi tornare sempre con Andrea, Vanna e Tiziano. Tutti a riempire le file dei volontari, tra dame e barellieri: chi in refettorio, chi alle piscine, chi in albergo a coordinare i pellegrini.

processione aux flambeaux

Come mia famiglia, quest’anno sono venuto a Lourdes con mio fratello Mario e sua moglie Pina, ed è stata una cosa bella e significativa aver trovato altre famiglie unite nella preghiera a Maria Immacolata. Perché UNITALSI è prima di tutto «una grande famiglia» spiega Donello, presidente Triveneto, è uno storico volontario al santuario.

il gonfalone di Adria

«Siamo tornati tante volte a ringraziare la Madonna – confessano Rita e Michele – per tutte le gioie che ci ha donato e sono tante».

Insieme a loro, infatti, ci sono anche gli anziani genitori di lei Secondo e Maria Goretti, nipote dell’omonima Santa, che partecipano al loro quarto pellegrinaggio, grazie alla Sottosezione di Adria.

in processione

Proprio il mettersi a disposizione dei malati, curandoli e confortandoli, rappresenta il cuore pulsante del pellegrinaggio, che condividono tutto coi malati, dal pranzo alla preghiera fino al sorriso.

Dalle cure alle preghiere celebrate e vissute tutti insieme: raccogliersi in silenzio davanti alla Grotta, ma anche prendere parte insieme ai pellegrini spagnoli, francesi, tedeschi alla Messa Internazionale, alla fiaccolata, cantando le lodi alla Madonna. Tutto questo fa parte di Lourdes, insieme alle celebrazioni, spesso recitate in più lingue, ai rosari meditati o alle Ave Maria cantate nelle processioni, in quello che i nostri Sacerdoti definiscono «un dialogo cuore a cuore con Dio, un colloquio silenzioso con la Madonna, vicina soprattutto a quelli che sono più bisognosi».

Ricorrenza dei Santi Apostoli Pietro e Paolo in Cattedrale UNA GRANDE FESTA PER I SANTI PATRONI 2015

Immagine

Share via email
Share on MyspaceShare on Tumblr

STATUA S. PIETRO SULLA CUPOLA DEL CAMPANILE

Le giornate di festa della PENSA si sono concluse lunedì 29 Giugno nella Processione con la reliquia e l’immagine di S. Pietro svolta sulla piazza antistante la Cattedrale. Vi hanno partecipato moltissimi fedeli della città, Autorità locali con a capo il Sindaco Barbuiani, i ragazzi del Centro Giovanile S. Pietro , con le magliette sgargianti del GREST, i Cavalieri del S. Sepolcro e gente dei Paesi vicini, richiamati dall’eco di una tradizione ancora molto radicata.

IMG_5283

La Messa vespertina, momento culminante della celebrazione religiosa, è stata presieduta da S.E. mons. Lucio Soravito de Franceschi vescovo di Adria – Rovigo, il Vicario Generale della diocesi mons. Claudio Gatti, l’Arciprete della Cattedrale mons. Mario Furini, il Capitolo ed i Sacerdoti della Città. Com’è consuetudine, con il Sindaco e il gonfalone della città hanno assistito al sacro rito le Autorità civili e militari partecipando poi alla Processione ed alla benedizione finale con la reliquia di San Pietro.

IMG_5290

Con il vivo apprezzamento di tutti, alla solenne manifestazione di fede ha fatto da sfondo il Coro Polifonico della Cattedrale. Le cronache riferiscono che nella ricorrenza annuale grandi feste furono sempre tributate ai SS. Apostoli Pietro e Paolo, Patroni della Città e della Cattedrale adriese. Feste di popolo con “infiorate e frascate” nei punti più frequentati del centro storico compresi tra piazza Castello, ponte Castello, via Maggiore fino al ponte di “Battibecco” ossia il ponte della Tomba sul canalino.

IMG_5291

Feste allietate tra l’altro da musici provenienti dal ferrarese e da altri luoghi contigui e dalla degustazione dei deliziosi gamberi pescati nelle valli adiacenti. Con riferimento alle singolari decorazioni dei luoghi della festa con abbondanza di frasche pendenti, nel linguaggio comune la festa prese il nome di “Pensa”.

IMG_5308

L’aspetto profano di queste manifestazioni tuttavia nulla toglieva alla religiosità della Festa dei Patroni che, sempre con grande concorso di persone, seguiva un percorso scandito dalla tradizione e dalla fede. Al mattino solenne pontificale con la presenza del Vescovo e, nelle prime ore del pomeriggio, Processione con la reliquia ed il simulacro di San Pietro attraverso il quartiere e la via dedicata al principe degli Apostoli e quindi rientro in Cattedrale. Da alcuni anni, a cura dell’Amministrazione Comunale e con la partecipazione di varie Associazioni, tra cui l’Associazione tra i commercianti Adriese “Adriashopping”, ha ripreso la simpatica usanza della festa dei Santi Patroni.

IMG_5344 IMG_5346 IMG_5392 IMG_5395 IMG_5413 IMG_5415 IMG_5421 IMG_5423

Straordinario Concerto d’Organo in Cattedrale del m° Ivan Furlanis

Immagine

Share via email
Share on MyspaceShare on Tumblr

Foto Ivan Furlanis

Domenica 21 giugno, nell’ambito dei “Concerti di Primavera”, quarantunesima rassegna di musiche organistiche per la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio organario della nostra Diocesi, si è tenuto, presso la Cattedrale di Adria, un interessante e piacevole concerto organistico eseguito dal giovane (ma già affermatissimo) maestro padovano Ivan Furlanis, organista della chiesa del Sacro Cuore della sua città. Il programma, assai indovinato, ha permesso di valorizzare le ricche e varie risorse timbriche del grandioso strumento a tre tastiere della Cattedrale, costruito dalla Pontificia Fabbrica d’Organi Domenico Malvestio e Figlio di Padova nel 1933, poi ampliato dalla Ditta Ruffatti ed infine restaurato dalla Ditta Michelotto nel 2010, con i contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e della Conferenza Episcopale Italiana. Gli autori eseguiti sono stati Marco Enrico Bossi, Oreste Ravanello, Max Reger e Louis Vierne, quattro pilastri della musica organistica europea tra Otto e Novecento, di cui Furlanis ha felicemente scelto opere notissime ed altre meno conosciute al grande pubblico, così da offrire un panorama musicale vario e per nulla scontato, con un uso dei registri sempre piacevolissimo ed appropriato. Il pubblico presente ha molto apprezzato l’esecuzione del giovane maestro padovano, tributandogli lunghi e calorosi applausi al termine del concerto.

PRESTIGIOSO CONCERTO D’ORGANO IN CATTEDRALE DOMENICA 21 GIUGNO 2015

Immagine

Share via email
Share on MyspaceShare on Tumblr

L' Organo della Cattedrale

Si terrà in questa domenica 21 giugno in Cattedrale, alle ore 21.00, il tradizionale Concerto d’Organo, che sarà interpretato dal giovane ed affermato organista padovano Maestro Ivan FURLANIS.
Il concerto rientra in una importante e qualificata “Rassegna diocesana di musiche organistiche e corali”, che si avvale della direzione artistica del Maestro Carlo BARBIERATO, incaricato diocesano per il restauro, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio organaro delle “nostre parrocchie”.
Nel concerto verranno eseguiti brani di Barri, Reger, Ravonello e Vierne.

VISITE GUIDATE ALLA CATTEDRALE DI ADRIA/GUIDED TOURS

Immagine

Share via email
Share on MyspaceShare on Tumblr

Se un gruppo desidera prenotare una visita guidata(gratuita) alla Cattedrale, preghiamo di
inviare una mail ad info@cattedraleadria.it , specificando:
Giorno della prenotazione
Nome del gruppo
Num. partecipanti
Località di provenienza
Persona di riferimento
Recapito telefonico
Il responsabile delle visite in Cattedrale valuterà la richiesta e
Risponderà via e-mail, telefono o fax il più presto possibile

English
If a group wants to book a guided tour of the Cattedrle , please
send an email to info@cattedraleadria.it , specifying :
Day of reservation
Group name
Num . Participants
Place of origin
Contact person
phone number
The person in charge of the visits in the Cathedral will evaluate the request and
Will respond by e -mail , phone or fax as soon as possible

Deutsch
Wenn eine Gruppe will eine geführte Tour durch die Cattedrle Buchen bitte
senden Sie eine E-Mail an info@cattedraleadria.it Angabe :
Tag der Reservierung
Gruppenname
Anz. Teilnehmer
Herkunftsort
Ansprechpartner
Telefonnummer
Die Person, die für den Besucher in der Kathedrale den Antrag zu bewerten und
Wird per E-Mail , Telefon oder Fax so schnell wie möglich zu antworten

INAUGURATO IL TERZO CORSO FORMATIVO PER STUDENTI

Immagine

Share via email
Share on MyspaceShare on Tumblr

STAGE BIBLIOTECA 2015 inizio2

Con la partecipazione di nove studenti provenienti dalle sezioni Classico e Scientifico del Liceo Bocchi-Galilei, ha avuto inizio il terzo Corso estivo di Formazione presso la Biblioteca Capitolare di Adria. Il tirocinio è frutto di una convenzione stipulata tra la Capitolare e il Liceo per dare agli studenti l’opportunità di dedicare parte del loro tempo di vacanza alla conoscenza del funzionamento di una biblioteca. Il tirocinio, al quale hanno aderito spontaneamente gli studenti, avrà la durata di 125 ore per ciascuno dei partecipanti che, alla fine, potrà usufruire di un credito formativo concesso dalla Scuola.

STAGE BIBLIOTECA 2015 inizio con autorit+á

Il progetto formativo si propone di : – incrementare e consolidare alcune conoscenze, competenze e abilità acquisite nel mondo della Scuola, realizzando così un momento di alternanza tra studio e lavoro, agevolando inoltre le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro. – Saper assistere alle ricerche di biblioteca, – Saper sistemare e catalogare i libri. – Saper informatizzare i dati. – Stabilire relazioni positive all’interno del luogo di lavoro. Alla inaugurazione del Corso erano presenti: la Consigliera delegata alla Cultura di Adria prof. Mara Bellettato, il Presidente della Fondazione “C. Bocchi” prof. Antonio Giolo accompagnato dal Consigliere prof. Paolo Rigoni, il cav. Francesco Doati in rappresentanza dell’Arciprete impegnato in funzioni di Ministero, il rag. Giordano Braga in rappresentanza dell’Ufficio affari economici della Parrocchia. Il saluto di benvenuto agli studenti è stato porto dal Direttore della Biblioteca rag. Aldo Rondina il quale ha posto in risalto l’opportunità unica offerta ai ragazzi di conoscere dal vivo e toccare con mano alcune importanti fonti della cultura del nostro territorio. Rondina ha quindi ringraziato l’Amministrazione Comunale per l’attenzione rivolta alle iniziative della Capitolare e la Fondazione Bocchi per il sostegno concreto dato al Corso formativo affidato alle cure della dottoressa Silvia Nonnato. Anche il prof. Antonio Giolo e la prof.ssa Bellettato hanno manifestato la loro soddisfazione per l’iniziativa culturale che torna a vantaggio della città e del territorio.