CROCE VERDE ADRIA CONCLUSO CON SUCCESSO IL CONCORSO DEDICATO AI CAPITELLI MARIANI

Immagine

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Venerdì scorso 21 novembre si è svolta con successo la premiazione dei vincitori del Concorso “Le Case di Maria”. La Gara è stata indetta dalla Croce Verde tra gli studenti di Adria per valorizzare il patrimonio storico, artistico, religioso legato ai capitelli mariani diffusi in città e nei dintorni. La premiazione è avvenuta nella nuova Casa delle Associazioni dove è stata esposta per l’occasione la Madonnina donata alla città dalle Canossiane. Alla cerimonia erano presenti il Presidente dell’Associazione dott. Lamberto Cavallari con il direttore dott.ssa Zanellato, il Sindaco, la dirigente scolastica dott.ssa Laura Cassetta, don Luca Borgna ed i membri del Comitato organizzatore. Vincitori del Concorso, con riferimento all’anno scolastico precedente, sono risultati: Scuole primarie: Prima classificata, classe Quarta B “Anna Frank”, seguita dalle Classi Quarte A e B del Plesso “Vittorino da Feltre” e dalla Quinta A del Plesso “Leonardo da Vinci”. Per le Scuole Secondarie: Prima classificata Classe Prima B del Plesso “Alessandro Manzoni”, seguita dalla Classe Terza A del Plesso “Marino Marin”. Per le Scuole Superiori, premiata la Classe Prima A del Liceo Classico. Tutte le Classi vincitrici hanno ricevuto un “buono spesa” da utilizzare per l’acquisto di materiale didattico. Dopo il saluto del Presidente della Croce Verde e del Sindaco, Aldo Rondina ha fatto una breve introduzione storica sulle motivazioni del Concorso e sulla scelta del giorno della premiazione. “Per una felice coincidenza della storia, ha esordito, la Casa delle Associazioni di Volontariato sorge nello stesso luogo nel quale per oltre un secolo (1882-1994) si sono prodigate per i poveri le Suore Canossiane. Tutti sanno quanto bene hanno seminato in Adria e nel Delta queste Suore. Quando, per carenza di vocazioni hanno dovuto abbandonare questo luogo che le ha viste attive per così tanto tempo, come segno di riconoscenza hanno voluto lasciare l’immagine dell’Immacolata realizzata nel 1910 per la piccola Grotta di Lourdes che sorgeva ai margini del loro orto, distrutta durante l’ultima guerra. Restaurata a spese della Croce Verde dalla dott.ssa Raffaella Portieri, questa immagine attende ora di essere collocata a protezione della Casa delle Associazioni di Volontariato”. “Ecco quindi – ha spiegato Rondina – come nasce l’idea del Concorso. Si voleva dare il giusto risalto alla nuova struttura nella quale troverà spazio la Madonnina lasciata dalle Canossiane, con un evento culturale importante: il Concorso ‘Le Case di Maria’”. “Le Case di Maria sono i capitelli, le Edicole sacre di cui abbondano le nostre case, le nostre vie, le nostre campagne, ha soggiunto l’oratore. Sono segni il più delle volte semplici di una pietà popolare che affonda le sue radici nella fede antica di questa nostra città, nella quale la Madre del Salvatore è conosciuta fin dai primi secoli della Chiesa. Oggi 21 Novembre, ha concluso Rondina, si festeggia in Cattedrale la B.V. della Salute già invocata Madre della Vita. In questo giorno sempre in Cattedrale si festeggiano i 150 anni della nuova immagine scolpita in marmo della Madonna della Salute e dell’Altare a Lei dedicato, benedetti il 21 Novembre 1864. Ecco quindi spiegato il motivo per cui è stata scelta la data della premiazione”. Al termine, a nome della Giuria, Don Luca ha presentato i lavori complimentandosi per l’impegno dei partecipanti che hanno centrato in pieno lo scopo di far emergere dalla storia di questi luoghi prospettive concrete di vita per le giovani generazioni.